Riciclare per Creare: il servizio fotografico di Arianna Napoli

Sono Arianna, vengo da Palma di Montechiaro, oggi voglio presentarvi un reportage che mi sta molto a cuore: il riciclo, in quanto penso che sia bello sfruttare le potenzialità creative per creare oggetti unici. Dio ci ha dato uno strumento superlativo cioè il nostro cervello. Tutto nasce da esso, anche la creazione di oggetti che sono serviti in passato per altri scopi. Un esempio di riciclo è questa collana con colori davvero unici per la particolarità del materiale. Scarti di una bottiglia di plastica.

Nella seconda immagine vediamo come i fili, i nastri, i tessuti e i colori, compongono un oggetto senza tempo: la famosa bambola di pezza, creata con materiale di recupero. Chissà quante persone l’hanno avuta e chissà quante bambine l’hanno desiderata, eppure non è altro che un semplice gioco, nato dalla bravura delle nostre nonne e mamme, il quale ci ha donato gioia, conforto e svago. Sarebbe davvero bello immaginare e vedere realmente il nostro mondo rigenerato, pulito e con nuovi colori. Documentandomi, ho notato che in alcuni paesi si sta già intraprendendo delle iniziative green, volte alla sostenibilità del nostro ambiente.

Anche noi possiamo farlo: basta un pò d’impegno e d’amore per il nostro pianeta. Ringrazio Voce Pubblica, la Crea Word e l’associazione Energia di Canicattì per avermi dato la possibilità di riflettere su questo importante argomento, il riciclo. Questo servizio mi ha trasmesso sensazioni d’amore e compassione per il nostro pianeta che purtroppo la gente, lo ha portato a cambiare negativamente. Spero che con il mio contributo, anche se poco, qualcosa possa cambiare.

One thought on “Riciclare per Creare: il servizio fotografico di Arianna Napoli

  1. Di solito io non ci penso mai di usare cose che non uso più per creare qualcosa però dopo aver letto questo articolo penserò di farlo sempre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *